Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona he faceva miracoli come Padre Pio

martedì 15 dicembre 2015

Un libro con le più belle preghiere per il Natale di Papa Francesco

Ecco a voi tutti una meravigliosa idea regalo per le prossime festività. Un favoloso libro di Papa Francesco che contiene le più belle preghiere per il Natale.
Un'occasione per coltivare un po' di spiritualità anche durante le feste per rimanere sotto la protezione di Dio e del bambino Gesù che viene a illuminare il mondo.

domenica 1 novembre 2015

Preghiere per i defunti

Cari amici, domani è il giorno dei defunti. Vorrei dedicare queste preghiere ai nostri morti. Loro non possono fare nulla per se stessi e hanno bisogno delle nostre preghiere. Però ci possono aiutare tanto nelle nostre necessita se gli diamo una mano a raggiungere il Paradiso. 

Vi regalo queste preghiere dedicate a tutti i nostri morti che potete recitare domani 2 novembre. Ricordate anche di fare l'indulgenza plenaria a favore di qualche defunto. E' necessario essere confessati, comunicati e recitare un Pater, Ave, Gloria, il Credo e una preghiera per il Papa facendo visita ad una Chiesa.


PREGHIERE PER I DEFUNTI

Offerta della Santa Messa per le Anime Purganti

Eterno Padre, rammentatevi che con infinito amore il Vostro Unigenito Figlio ha istituito il Santo Sacrificio della San­ta Messa non solo per i vivi, ma anche per i Defunti. Perciò io vi offro questo sacrificio d'Amore per l'anima di… e per tutte quelle che hanno più bisogno di soccorso, acciocchè Voi, Dio d'infinita bontà, vogliate raddolcire le loro pene e concedere presto ad esse la liberazione dal Purgatorio.

Deh, accogliete, o gran Padre delle mi­sericordie, i meriti della Vittima Divina che su questo Altare s'immola; accogliete le potentissime preghiere del Vostro Di­vin Figliuolo, ed anche le mie povere preghiere, e presto liberate dalle loro acerbissime pene le Anime Sante, del Purgatorio. Così sia.

venerdì 16 ottobre 2015

Un nuovo libro di Madre Teresa - la santa dei poveri

E’ disponibile in tutti gli Store Online e anche sulle piattaforme di lettura come Scribd la versione e-book ed in carta stampata della nuova biografia di Madre Teresa di Calcutta.

Nel saggio dal titolo: “Madre Teresa – la santa dei poveri”, scritto dal giornalista e scrittore cattolico Beppe Amico, c'è tanto della meravigliosa vita della piccola suora in sari bianco.
“Abbiamo cercato di ricostruire le tappe fondamentali del suo cammino – spiega l’autore - senza trascurare l'aspetto spirituale che a nostro avviso è di assoluta importanza e interesse”.

Infatti, il capitolo che descrive la sua “notte oscura” è ricco di commenti e approfondimenti che potrebbero essere utili a chi desidera avvicinarsi alla figura della piccola suora di Calcutta per seguirne la sua spiritualità.

Un ampio spazio è inoltre dedicato alle testimonianze di chi l'ha conosciuta o incontrata. Tra queste, alcune sono di personaggi famosi che non esitano a manifestare il loro stupore e la loro ammirazione per la figura e l'opera di Madre Teresa. Ricordiamo quella di Tiziano Terzani, Monsignor Angelo Comastri, Roberto Gervaso, lo scrittore e biografo Renzo Allegri, Pier Paolo Pasolini e le testimonianze di alcuni Pontefici come Giovanni Paolo II che l’amò fraternamente di un amore tutto speciale.

Non mancano passi dei suoi scritti e dei suoi pensieri utili per approfondire la sua spiritualità.


Il libro è disponibile sia in versione ebook che in carta stampata (brossura) ed anche sulle piattaforme di lettura come Scribd e la piattaforma russa Bookmate e la spagnola 24symbols.  

giovedì 1 ottobre 2015

Il nuovo Cristo - una nuova versione del celebre successo editoriale di Wallace Wattles del movimento New Thought

COVER_3 WEB
E’ disponibile in tutti gli Store online una nuova edizione digitale di una delle più celebri opere di Wallace D. Wattles dal titolo “Il nuovo Cristo”, ritradotto dalla sua versione originale inglese “A new Christ” del 1905.

Si tratta di un profilo inedito di Gesù dal quale emerge una figura nuova, tutta piena di amore, comprensione e gioia, che ci invita a seguirlo per realizzarci nella nostra vita e trovare serenità e felicità.

Prima di presentarvi la recensione di questa nuova edizione del Cristo di Wallace, desideriamo ricordare che in questo ultimo decennio sono ritornati prepotentemente in auge molti libri ispirati alle correnti del “New Thought” o “Nuovo Pensiero” dominante in America all’inizio del secolo scorso.

Jesus – Inchiesta su Gesù di Nazareth

COVER FINALE WEBE’ disponibile in tutti gli Store online in versione e-book ed anche in versione stampata la nuova inchiesta editoriale di Beppe Amico

Lo avevamo annunciato qualche tempo fa e puntuale è arrivato in tutte le librerie il nuovo libro di Beppe Amico dal titolo “Jesus – inchiesta su Gesù di Nazareth - Una Ricerca sull'uomo che si è proclamato Dio”.

L'autore di questa esclusiva ed inedita inchiesta su Gesù analizza la vita del Maestro di Nazareth mettendo sotto i riflettori aspetti sconosciuti delle vicende che hanno riguardato quell'uomo che ha avuto “l'ardire” di proclamarsi figlio di Dio.

mercoledì 16 settembre 2015

Il caso Gesù - Cronache della Passione e morte del Profeta Gesù

E’ disponibile in e-book nelle migliori librerie online e in versione stampata anche sul sito di Lulu Enterprise America, l’anticipazione del nuovo libro di Beppe Amico dal titolo: “Il caso Gesù – cronache della Passione e morte del Profeta di Nazareth”.

In questo saggio dedicato alla Passione e morte di Gesù – si legge sulla quarta di copertina - l’autore pone in rilievo non tanto l’aspetto spirituale quanto quello delle vicende storiche, con particolare attenzione ai momenti che hanno preceduto l’arresto di Gesù e a quelli subito successivi fino alla risurrezione e ascesa al Cielo, i quali se da un lato sono pregni di significato spirituale per la nuova Chiesa che si stava formando a quei tempi, dall’altro costituiscono da più di due millenni tema di accese discussioni fra gli storici.

In questo libro si cerca di indagare aspetti in qualche modo inediti dello spaccato di vita conclusivo del profeta di Nazareth. L’attenzione dell’autore è concentrata su temi diversi tra i quali le argomentazioni politiche dell’arresto di Gesù, le diverse tappe che l’hanno condotto al Calvario, i presunti due processi che egli avrebbe subito, le modalità della flagellazione e della coronazione di spine e non solo. 

Nell’inchiesta l’autore indaga su temi minori quali, ad esempio, come venne trasportata la croce al luogo del supplizio, come Gesù venne inchiodato al patibulum, cosa accadde nelle ultime tre ore della sua vita e, in conclusione dell’inchiesta, si cercherà di capire se è possibile dare credito a tutto ciò che da oltre due millenni la Chiesa professa in merito alla risurrezione di Gesù e alla sua ascesa al Cielo.

Quelle che vengono presentate, sono tesi ricostruite da fonti attendibili, scaturite da testimonianze e contributi di teologi e religiosi, scrittori e giornalisti cattolici che con il loro autorevole parere aiuteranno il lettore a dipanare le ombre che da secoli avvolgono quello che da molti storici viene considerato, ancora, uno dei misteri più grandi della fede cattolica.

Ricordiamo che quello che viene qui proposto è il contenuto degli ultimi tre capitoli del libro “Jesus – inchiesta su Gesù di Nazareth” di Beppe Amico, pubblicato nell’ottobre del 2015 e disponibile in tutte le migliori librerie.

L’editore ha deciso di raccogliere in un volume a parte i soli brani relativi alla Passione e morte di Gesù come fossero un’opera a se stante. Egli è convinto che il testo possa essere letto anche avulso dal contesto delle altre tappe fondamentali della vita di Gesù che potete trovare nell’edizione integrale del libro sopra citato.

Per maggiori info e per l’anteprima cliccare qui


domenica 6 settembre 2015

Sapevate che alcune reliquie della Passione di Gesù sono conservate in una chiesa di Roma?

In un’epoca in cui si fa tanto parlare di prodigi e segni soprannaturali ed i fedeli rincorrono apparizioni e veggenti sparsi in tutti gli angoli della terra, sembra strano che le reliquie autentiche della passione di Nostro Signore ci lascino così indifferenti.
Eppure sappiamo che in una chiesa di Roma (Santa Croce in Gerusalemme) vengono conservate le reliquie più interessanti della passione di Gesù. Due spine della corona messa sul capo del Messia, uno dei chiodi che trafissero le carni immacolate del Salvatore, la tavoletta con il Titulus sul quale Pilato fece scrivere la motivazione della sentenza del “Re dei Giudei”, alcuni frammenti di terra proveniente dal Calvario dove venne eretta la croce, alcune schegge del legno dove venne appeso Gesù ed altre reliquie della Passione, sono conservate in urne, teche e reliquari nella chiesa romana di Santa Croce in Gerusalemme.

Roberto Copello del settimanale “Oggi”, si stupisce dell’indifferenza dei credenti e dei laici e si domanda come queste reliquie preziosissime possano passare così inosservate.

giovedì 3 settembre 2015

Devozione al S. Cuore di Gesù - ecco le pratiche di devozione dei primi venerdì per onorare il S. Cuore

E’ disponibile in versione ebook ed anche in edizione stampata, un libro che ha segnato il cammino spirituale di moltisime persone. Si tratta di una nuova edizione del libro di Padre Croiset S.J. dal titolo “Devozione al S. Cuore di Gesù”. Si tratta di un’opera antica dalla quale tante anime hanno raccolto copiosi frutti spirituali.

Siamo convinti che anche al giorno d’oggi possa essere di utilità per molte persone che desiderano conoscere Dio, amarlo e glorificarlo nel suo figlio Gesù.
La devozione al S. Cuore di Gesù, si diffuse a macchia d’olio in tutto il mondo cattolico, non senza enormi difficoltà (dovute principalmente agli ostacoli che vi posero i giansenisti e alcune frange di cattolici), solo successivamente alle rivelazioni a Santa Margherita Maria Alacoque, alla quale, nel 1673, mentre era assorta in preghiera dinnanzi al S.S. Sacramento, le apparve Gesù che la invitò a risposare sul suo petto. Il Signore le disse queste parole: «Questo Cuore brucia di tanto amore per te e per tutti gli uomini che non posso più contenerlo. È necessario perciò che, per mezzo tuo, sia fatto conoscere a tutti, sicché tutti siano ricolmi dei benefici del mio Cuore e siano preservati dagli eterni supplizi».

giovedì 20 agosto 2015

La notte oscura – una grande opera mistica di San Giovanni della Croce in edizione ebook

Il libro che vi proponiamo oggi è uno dei capolavori della mistica cattolica. Il suo autore, Giovanni della Croce, canonizzato nel 1726, maturò l’idea di scrivere questo Trattato quando si trovava nella prigione del Monastero di Toledo. Il forzato isolamento, forse gli fu di ispirazione e il risultato sono state queste intense pagine di mistica.

Questo non è, a mio giudizio, un libro per dotti, né per chi studia Teologia, sebbene, gli uni e gli altri non possono fare a meno di leggerlo per ricavarne buon frutto spirituale, utile ai loro studi e al proprio cammino di crescita.
Questo libro è per tutti. E tutti possono ricavare grandi vantaggi spirituali dalla lettura di queste pagine.

Il tema trattato è, come si evince molto chiaramente da titolo, la notte oscura, intesa come notte dei sensi, quell’oscurità delle potenze superiori ed inferiori che non ci permettono di gustare le cose spirituali.
Io sono persuaso che la notte oscura colpisce tutti, seppur in modi diversi. Ma è sicuro traguardo per chi batte le strade della santità fin da quaggiù.
Tutti i santi, che hanno fatto della loro vita una continua immolazione a Dio, hanno sperimentato il significato della “notte oscura”, di questo apparente abbandono di Dio, che lascia che l’anima cammini con le sue gambe. Lo scopo è quello di farla crescere spiritualmente e farle guadagnare meriti per la vita eterna.

giovedì 2 luglio 2015

La Madonna pellegrina di Fatima a Rovigo

Cari amici, questa sera, 02.07.2015, sono stato presso la Chiesa di S. Maria Assunta e san Benedetto a Grignano Polesine (RO) per andare ad accogliere insieme ad un folto gruppo di fedeli, la Madonna Pellegrina di Fatima che gira in tutto il mondo per distribuire grazie e favori speciali a tutti coloro che glieli chiedono.

E' la stessa madonnina che aveva guarito Padre Pio quando era venuta in visita a san Giovanni Rotondo negli anni '30. Padre Pio era malato nella sua cella e non poteva essere presente. L'aveva vista dalla finestra della sua stanza e l'aveva pregata di guarirlo e la Madonna l'aveva ascoltato donandogli la salute.

Inutile dire che l'esperienza di questa sera è stata un'emozione grandissima ed è stato bellissimo vivere in un'atmosfera di forte ed intensa spiritualità insieme a tanta gente che pregava Maria per le cause più disparate. 

Naturalmente ho presentato anche tutto il nostro Gruppo Facebook implorando su ciascuno dei suoi componenti la sua benedizione e la sua mediazione per le grazie che portate nel cuore e che più necessitano a ciascuno di voi.

Vi propongo alcune foto dell'incontro in cui è stato recitato il S. Rosario con le Litanie alla Vergine. 
Nei prossimi giorni ci saranno altri appuntamenti. Se vi trovate da queste parti, andate a visitare la Madonna pellegrina di Fatima. Per ciascuno di noi ha grandi grazie. 

A tutti i partecipanti è stata distribuita l'immaginetta della Madonna con la preghiera di Consacrazione al suo Cuore Immacolato che vi voglio proporre. Se vorrete potrete recitarla anche voi e mettervi sotto la protezione di Maria.

Consacrazione a Maria

O Vergine Maria, Madre di misericordia, Regina del cielo e della terra, rifugio dei peccatori, noi ci consacriamo al Tuo Cuore Immacolato.
Ti consacriamo i nostri cuori, le nostre anime, le nostre famiglie, tutte le nostre cose. E affinchè questa consacrazione sia veramente efficace e duratura rinnoviamo oggi le promesse del nostro Battesimo e della Cresima, impegnandoci a vivere da buoni cristiani, fedeli a Dio, alla Chiesa, al Papa. Desideriamo recitare il Rosario, prendere parte all'Eucaristia, dare importanza al primo sabato del mese e operare per la conversione dei peccatori. Ti promettiamo ancora, o Vergine Santissima, di collaborare per affrettare l'avvento del Regno di Gesù nel mondo. Amen.

Ecco il calendario dei prossimi eventi:

Venerdì 3, intensa giornata di preghiera per la comunità di Grignano che culminerà nella Via Crucis delle 16, cui farà seguito, alle 17, la messa  per gli anziani e l'unzione degli infermi. Gli incontri di fede si ripetono per tutta la mattinata e il pomeriggio di sabato 4 per concludersi, alle 21, con la celebrazione della messa, seguita dalla processione 'au flambeaux' e dalla consacrazione alla Madonna dei presenti e del paese.
Domenica 5, dopo la messa delle 10, concelebrata da don Vittorio De Paoli nella chiesa di Grignano, la sacra immagine lascerà il Polesine per continuare il suo pellegrinaggio tra le comunità italiane.

Ulteriori informazioni sul programma le potete consultare sul sito della curia di Rovigo. 

venerdì 26 giugno 2015

Meditazione del venerdì - Considera quanto il Signore Gesù sia abbandonato e lasciato solo

Vogliamo proporvi in questo post una meditazione sulla Passione di Cristo il quale nei momenti solenni del suo sacrificio venne abbandonato da tutti. Ci potrebbe aiutare a crescere spiritualmente se andassimo a trovarlo qualche volta nelle chiese dove Egli è sempre disponibile a beneficare chiunque.

Ecce venit hora, et iam venit, ut dispergamini unusquisque in propria, et me solum relinquatis (Io. 16, 32). 
Sta per giungere il tempo, anzi e già venuto, in cui tutti sarete dispersi e mi lascerete solo. 


Quali sentimenti non doveva provare il Cuore di Gesù mentre prediceva agli Apostoli la loro viltà e ingratitudine, la fuga e la loro dimenticanza? E gli apostoli stessi potevano mai convincersi che sarebbero stati capaci d’abbandonare un Signore così buono? Eppure ciò avvenne. Ma finalmente, o mio Salvatore, quel tempo è passato. Che dico, è passato? È venuto il tempo in cui tu sei lasciato solo, e quando mai sei lasciato più solo che in questo tempo? Gesù sta giorno e notte sui nostri altari, e c’è forse qualcuno che si dia grande premura e si mostri molto assiduo nel trattenersi con Gesù? La reggia d’un principe è sempre piena di una gran folla di cortigiani, benché solo poche persone possano parlare al principe; mentre Gesù è l’unico che riceva tutti senza distinzione, ed è pronto e sommamente desideroso di beneficare tutti: eppure Gesù è quasi sempre solo! 

mercoledì 24 giugno 2015

La tiepidezza - uno stato altamente pericoloso per l'anima

La tiepidezza del cuore è altamente dannosa per i progressi dello spirito e per la conquista della felicità eterna.
Benché il Figlio di Dio senta orrore infinito per il peccato, però non l’ha del peccatore; lo chiama, lo cerca, prova compassione di lui: ma il Cuore divino non può tollerare l’anima tiepida.
Dio volesse che voi foste freddi o caldi, ci dice l’amabile Salvatore, ma siccome siete tiepidi, vi rigetterò dalla mia bocca. Il Cuore di Gesù cerca delle anime pure e suscettibili dell’amor suo; il S. Cuore è sempre generoso e vuole anime capaci di ricevere i suoi favori e di giungere al grado di perfezione a cui le destina: ora questo non si verifica in quell’anima che vive nella tiepidezza. 

L’anima tiepida si trova nello stato di cecità causata dalle passioni che la tiranneggiano, dalla dissipazione continua in cui si trova, la quale le impedisce, di rientrare in se stessa, dalla moltitudine dei peccati veniali ch’essa commette, e dalla privazione delle grazie celesti, che le attira la sua resistenza.

Questo accecamento conduce alla coscienza falsa, sotto il cui riparo l’anima, che pure frequenta i Sacramenti, si trattiene per molti anni in peccati considerevoli, ma che la passione le nasconde o travisa, perché essa non ha la forza di correggersene. 

Ciò che rende questo stato anche più pericoloso e costringe Gesù Cristo a rigettare dal Suo Cuore un’anima tiepida, è ch’essa si trova in qualche modo disperata, perché la tiepidezza non guarisce quasi mai. Siccome i peccati commessi da un’anima tiepida non sono quei peccati grossolani e scandalosi che fanno orrore a chi è alquanto timorato, ma sono assai spesso puramente interni e non avvengono se non nel cuore, così sfuggono facilmente alla riflessione d’una coscienza poco sensibile e all’anima poco attenta a se stessa. Perciò, non conoscendo la gravezza del suo male, essa non si dà premura di rimediarvi, mentre un gran peccatore, che facilmente comprende i suoi disordini, è più in grado d’esserne toccato e di sentirne orrore. In questo senso N. S. dice ch’è più preferibile esser freddo che tiepido.

Non appena si cade nella tiepidezza non si pensa ad altro che a se stesso, si è in continua ricerca di ciò che reca piacere, nasce una delicatezza che si raffina talvolta sulle persone più sensuali, un amor proprio che, non essendo indebolito dagli oggetti estranei, è tanto più forte, in quanto si rinchiude in se stesso e si applica interamente nell’immaginazione d’una vita comoda e tranquilla.

I segni per poter conoscere se siamo in questo pericoloso stato di tiepidezza, sono gli effetti ordinari che esso produce in un’anima tiepida: 1) Grande negligenza, in tutti gli esercizi spirituali, disattenzione nelle preghiere, confessioni senza emenda, Comunioni senza preparazione, fervore e frutto. 2) Dissipazione continua dello spirito quasi mai attento a sé e a Dio, ma diffuso indifferentemente su ogni sorta d’oggetti e occupato in mille inezie; 3) Brutta abitudine di compiere le azioni senza nessuno spirito interno, ma per capriccio o per abitudine, quasi nessuna facendone in cui non vi abbiano parte la passione, l’amor proprio e il rispetto umano; 4) Pigrizia nell’acquisto delle virtù del proprio stato; 5) Disgusto delle cose spirituali, e soprattutto indifferenza per le grandi virtù.


Il giogo di Gesù Cristo comincia a sembrare pesante, gli esercizi di pietà si fanno gravosi, le massime del Vangelo su l’odio di se stessi, sull’amore della Croce e delle umiliazioni, sulla necessità di farsi violenza, di camminare per la via stretta, sembrano inconcepibili. Si trova insopportabile l’esercizio continuo della modestia, della mortificazione, del raccoglimento interno; infelice la vita delle persone solidamente virtuose, quasi insopportabile la pratica della virtù.

Un sesto effetto della tiepidezza consiste in una coscienza insensibile alle piccole cose; non ci si commuove più per le infedeltà ordinarie né per le ricadute e ci si lascia andare facilmente a commettere ogni sorta di peccati veniali a occhi aperti e deliberatamente.
Ma quanto è da temere che questo difetto di delicatezza di coscienza, questa facilità a ricadere sempre negli stessi peccati e a confessarsene senza mai correggersi, questa negligenza, disprezzo delle cose piccole, indifferenza per le grandi virtù, incostanza negli esercizi di pietà, questo ondeggiare perpetuo tra il fervore e il rilassamento, non siano chiari segni d’una fede morente, d’una carità quasi estinta! 

Quanto è da temere che questo stato infelice di tiepidezza non ci conduca a poco a poco a quello dell’indurimento e dell’insensibilità!

I mezzi per distruggere la tiepidezza
È cosa certa che la tiepidezza, l’amor proprio, l’orgoglio segreto o altra passione di cui si è negletta la mortificazione, sono le sorgenti principali dei difetti e gli ostacoli più grandi che c’impediscono di ricavare il debito frutto..." spirituale.

Che faremo dunque? Si domanda P. Croiset, autore di un magnifico libro dedicato alla devozione al Sacro Cuore di Gesù.

Egli addita due cose assolutamente necessarie: la vera mortificazione e la santa umiltà, condizioni dalle quali il vero amante di Dio non può prescindere.

Brani tratti da "La devozione al S. Cuore di Gesù" di P. Croiset.

giovedì 11 giugno 2015

Due libri dello scrittore cattolico Beppe Amico: Mamma Natuzza e Preghiere inedite

Disponibili su tutti gli Store on line sia in versione ebook che in carta stampata, due libri dello scrittore cattolico Beppe Amico.

Il primo è dedicato alla figura di una delle più grandi mistiche del XX secolo, Natuzza Evolo, nota alla maggior parte della gente come Mamma Natuzza, proprio per la sua amabilità e la disponibilità con cui accoglieva coloro che andavano a trovarla per avere una parola di conforto nella sua casa di Paravati in provincia di Vibo Valentia.
Il libro di Natuzza Evolo racconta tanto della sua vita carismatica ma pone l’accento anche sulla sua spiritualità e al messaggio che l’esempio della sua vita ha lasciato alle nuove generazioni. Nel testo sono presenti testimonianze di chi l’ha conosciuta e amata, religiosi, gente comune, personaggi celebri, giornalisti. Nell’ultima parte si raccoglie anche il suo testamento spirituale e alcune preghiere scritte da Natuzza Evolo di cui è iniziato già il suo processo di beatificazione.

Il secondo è dedicato alla preghiera e raccoglie moltissime orazioni inedite dell’autore frutto del suo lungo cammino spirituale e di crescita interiore.
Nel libro sono presenti anche sussidi di catechesi e riflessioni che potranno forse aiutare i lettori riguardo a tematiche come la confessione, la preparazione alla comunione, le metodologie da adottare per pregare con frutto, ecc.
Nel libro di orazioni inedite dal titolo “Preghiere inedite per ogni occasione” sono contenute tra le altre, suppliche e preghiere di intercessione a Gesù, Maria, gli angeli e i santi. Tra le inedite anche quelle a Giovanni XXIII, Giovanni Paolo II, Padre Pio, Sant’Antonio che l’autore chiede che intercedano per le grazie più disparate come l’assistenza per un’operazione chirurgica, la guarigione dalla malattia fisica e spirituale, la ricerca di un lavoro, la pace in famiglia, ecc.

Per acquistare i due libri in versione ebook potete seguire questi link:
Mamma Natuzza la mistica di Paravati – breve profilo di Natuzza Evolo.
Preghiere inedite per ogni occasione – raccolta di preghiere cattoliche, devozioni e sussidi di catechesi per il cammino spirituale.

Ricordiamo che le versioni in brossura (in carta stampata) sono disponibili sul sito di Lulu Enterprise. Basta che cliccate sul collegamento azzurro per entrare nella vetrina di libri scritti da Beppe Amico e da lì potete procedere all’acquisto.



lunedì 8 giugno 2015

Riflessioni per ottenere la contrizione dei peccati

Ecco alcune riflessioni che possono aiutarti a stimolare una sincera contrizione dei tuoi peccati.
1. O peccatore, hai mai seriamente meditato sulle conseguenze del peccato mortale, considerando che potresti rischiare di finire negli abissi dell’inferno per vivere eternamente nell’infelicità e nella disperazione? Hai mai compreso che se finirai nelle tenebre degli abissi infernali, il demonio sarà tuo padre e i tuoi fratelli saranno gli altri reprobi che hanno fatto la tua stessa fine miseranda? Hai mai compreso che peccando tu sceglierai come tua dimora gli antri bui e caliginosi dell’inferno e rinuncerai volontariamente alle delizie del Cielo?
2. Hai mai riflettuto che rinunceresti alla tua piena realizzazione e alla gioia senza fine preferendo beni minori di quelli offerti dal Tuo Dio? Hai mai pensato a quale grande eredità sei stato chiamato e che potresti farne parte e godere del frutto del tuo impegno e delle tue buone opere?
3. Hai mai pensato che con il peccato mortale tu ti sei ribellato a Dio stesso e insuperbito come Lucifero, per combattere il tuo Signore sovrano e padrone assoluto di tutte le cose? Quale temerarietà! Quale stoltezza! Perdere la tua parte di eredità per pochi miseri beni materiali, per brevi momenti di piacere carnale! Non farti dominare dall’orgoglio! Combatti da valoroso! Insieme a Gesù conseguirai la vittoria certa! Considera la grandezza di Dio e la tua misera condizione di uomo mortale. Hai mai pensato che la sola persona che dovresti avere per amica è proprio Dio? Che solo Lui può aiutarti a vivere una vita più felice? Che solo Lui può guarire le tue malattie fisiche e spirituali?
Hai mai pensato che più volte di quanto tu non creda Egli ti ha aiutato e soccorso nel bisogno? Ha risolto i tuoi problemi? Ti ha messo sulla strada persone buone che ti potessero aiutare? Non sfidare quindi la sua Santità e la sua Giustizia! Ritorna in te stesso e opera il bene. Vivrai sereno e nella pace del tuo Dio, lo compiacerai a scoprirai le gioie che Egli ha in serbo per te.
4. Quante volte, o peccatore, hai abusato dei doni di Dio e li hai utilizzati per combatterlo e osteggiarlo con la tua errata condotta? Quale stoltezza, mettersi contro Dio! Non sai che Lui, Bene Sommo, vince sempre e che il male per quanto possa apparentemente trionfare, un giorno sarà sconfitto? Eppure Egli non ha mai smesso di beneficarti e di amarti, anche se lo hai molte volte disgustato con i tuoi peccati e le tue iniquità. Dall'eternità il suo amore ha parlato sempre in tuo favore; e tu, non hai compreso tutti i benefici che potevi trarne e ti sei abbandonato ai vizi, ti sei fatto dominare dalle passioni. Hai dimenticato le sue benedizioni e disprezzato le sue grazie. Quale errore più grande! Che abuso dei Sacramenti, che scandalo! Quale ingratitudine potrebbe essere peggiore di questa e meritevole di una giusta vendetta di Dio? Mille volte tu sei stato strappato dalle fiamme dell’inferno; se non fosse per la sua infinita misericordia, tu saresti già sprofondato nelle tenebre più fitte.
5. tu hai osato paragonare il Dio di ogni grandezza e santità alle tue passioni sciocche e ai tuoi sordidi ed insignificanti interessi a cui hai dato la preferenza: Che empietà! Che scandalo! Tu hai sostituito Dio con i tuoi idoli miseri, insignificanti, ributtanti, spregevoli! E’ la tentazione di tutti gli uomini. Ogni peccatore, quando può, detronizza, distrugge, annienta Dio ed eleva i suoi idoli, si avvinghia alle sue divinità, quelle del potere, del denaro, del piacere mondano, dell’indifferenza nei confronti dei poveri e dei diseredati e di tutti coloro che soffrono per l’ingordigia e l’avidità di tanti. Che crimine abominevole! Che spreco di grazia!
6. Il peccato, questo orribile mostro, è l'unico nemico di Dio; è l'unico oggetto che Dio detesta; il suo odio per il peccato è eterno, infinito e necessario perché va contro l’amore, l’essenza stessa di Dio. Sì; il peccato è qualcosa di così abominevole e orribile, che potrebbe provocare la morte di Dio, se ciò fosse possibile e se Egli non fosse uno spirito immortale: così che se Dio potesse morire, tu avresti provocato la sua morte mille e mille volte per i tuoi peccati. Egli non si è difeso, Egli non ti ha combattuto mentre tu lo attaccavi. Egli ti ha sempre amato, anche quando tu volevi ucciderlo e annientarlo. Quale malizia peggiore di questa?!
7. Osserva, o peccatore, il Signore della gloria, il Divino Gesù, coperto di disprezzo e sopraffatto dai dolori, che termina la sua vita sul palo della Croce. È il peccato che lo ha ridotto a tale stato; con questa offerta che ha fatto di se stesso, Egli ha espiato i tuoi crimini e per essi patì tormenti crudeli e una morte infame.
Il peccato rende inefficace nella tua anima i frutti delle sofferenze di questo Dio Redentore; peccando rinunci ai meriti del Salvatore Divino, anche se di valore infinito, essi saranno inutili per la tua salvezza. O enormità! O malizia del peccato! Chi sarà mai in grado di conoscerti e di capirti se ti allontanerai dal tuo Dio? Non scoraggiarti o peccatore, la misericordia di Dio è più grande dei tuoi crimini. Deciditi ora per Lui. Chiedi perdono, ritorna sulla via dritta e opera il bene. Egli aprirà le sue braccia e ti terrà stretto nel suo abbraccio d’amore e tu proverai così tanta gioia che il tuo cuore non saprà nemmeno contenerla. Quale promessa migliore? Gesù ti aspetta, non farlo aspettare ancora, Egli ti ama e desidera che tu lo ami. Apri la porta del tuo cuore e non avere paura! Dio vuole la conversione del peccatore, non la sua morte! Torna a Lui con dolore e fiducia, abbandonati nelle sue braccia, non immagini nemmeno quanto sia bello! Non dimenticare mai la sua misericordia. Piangi per i tuoi peccati passati e cerca di emendarti. Rimprovera te stesso per tua indolenza al servizio di un Dio così buono, che ti ha perdonato con tanta misericordia. Non commettere più peccati, evita anche quelli veniali perché essi raffreddano l'amicizia con Dio e ti mettono in pericolo di peccare più gravemente, appannano la brillantezza e la bellezza che la grazia conferisce alle nostre anime e ci fa perdere il frutto delle nostre opere buone disponendoci al peccato mortale.
Il peccato veniale priva l'anima di una nuova grazia che essa avrebbe potuto ricevere, la priva di un grado di gloria superiore che avrebbe potuto acquisire. Il peccato veniale distrugge per sempre i frutti che avrebbe potuto produrre un atto di carità; ne consegue che Dio è meno glorificato e meno amato. 

domenica 31 maggio 2015

Suor Pura Pagani - 14° anniversario della nascita al Cielo


In questo articolo vi ricordiamo due eventi legati alla mistica di Mozzecane Suor Pura Pagani, di cui si celebra il 14° anniversario della sua scomparsa, o meglio, della sua nascita al cielo, come la definisce l'Associazione Amici di Suor Pura.

Ecco il calendario degli appuntamenti con l'indicazione dei link per maggiori informazioni:


Si prevedono funzioni religiose e commemorazioni in onore di Suor Pura che tanti suoi figli spirituali definiscono già santa.

lunedì 25 maggio 2015

Proteggi i tuoi figli ovunque o Signore

Cari amici, voglio proporvi una preghiera a Gesù per chiedere qualsiasi grazia. E' potente e fa miracoli se pregata con fede. 

Proteggi i tuoi figli ovunque o Signore

Dolcissimo e misericordiosissimo Gesù a chi possiamo rivolgere il nostro grido di aiuto se non a Te che hai provato tutte le fragilità della natura umana e comprendi bene le nostre pene e i nostri affanni.

Siamo affranti e spossati, stanchi e demoralizzati. La nostra vita è una continua tribolazione.
Pensieri, ansie, problemi, depressioni, paure, ossessioni, pensieri di sfiducia, malattie. Ovunque giriamo lo sguardo, tanta miseria e desolazione.

Non abbandonarci a noi stessi e alle nostre passioni, non girarci le spalle, ora che abbiamo più bisogno di Te. Accettaci come siamo e facci come Tu ci vuoi.

Perdona i nostri peccati, sii misericordioso e accetta l'offerta che Ti presentiamo.

Ti promettiamo di onorarti sempre e dovunque e di diffondere il Tuo amore e la Tua misericordia che non nega nulla a chi sinceramente pentito e umiliato si rivolge a Te in cerca di soccorso e consolazione.

Difendici da tutti i nemici, visibili e invisibili. Fa che ogni giorno il nostro impegno sia quello di diffondere ovunque l'amore che Tu stesso hai donato a tutti noi con il supremo sacrificio della croce.

Ti raccomandiamo le nostre famiglie, i nostri cari, i nostri morti. Proteggici dal Cielo e concedici per mezzo di Maria Tua e nostra tenera madre i benefici spirituali e materiali di cui abbiamo bisogno per la nostra salvezza.  

Dolcissimo cuore di Gesù noi ci abbandoniamo come bambini nelle braccia del Padre, certi che riceveremo presto aiuto nelle nostre sofferenze e tribolazioni.

Tre Pater, Ave e Gloria  

martedì 19 maggio 2015

Vi prometto il Paradiso - Recita giornaliera di Tre Ave Maria

Santa Matilde di Hackeborn, monaca benedettina morta nel 1298, pensando con timore al momento della sua morte, pregava la Madonna di assisterla in quel momento estremo. Consolantissima fu la risposta della Madre di Dio: «Sì, farò quello che mi domandi, figlia mia, però ti chiedo recitare ogni giorno Tre Ave Maria: la prima per ringraziare l'Eterno Padre per avermi resa onnipotente in Cielo e in terra; la seconda per onorare il Figlio di Dio per avermi dato tale scienza e sapienza da sorpassare quella di tutti i Santi e di tutti gli Angeli, e per avermi circonfusa di tanto splendore da illuminare, come sole splendente, tutto il Paradiso; la terza per onorare lo Spirito Santo per aver acceso nel mio cuore le fiamme più ardenti del suo amore e per avermi fatta così buona e benigna da essere, dopo Dio, la più dolce e la più misericordiosa».

Ed ecco la speciale promessa della Madonna che vale per tutti: «Nell'ora della morte, io: 1) ti sarò presente confortandoti e allontanando ogni forza diabolica; 2) t'infonderò luce di fede e conoscenza affinché la tua fede non venga tentata per ignoranza; 3) t'assisterò nell'ora del tuo trapasso infondendo nell'anima tua la suavità del Divino Amore affinché prevalga in te tanto da mutare ogni pena e amarezza di morte in grande suavità» (Liber specialis gratiae - p. 1 cap. 47).

giovedì 7 maggio 2015

Nuova versione commentata del libro più letto dopo la Bibbia: L'imitazione di Cristo

“L’imitazione di Cristo” il libro più letto dopo la Bibbia, è disponibile in tutte le Librerie in rete in un’edizione commentata dal giornalista e saggista Beppe Amico.

L’imitazione di Cristo è il libro più letto dopo la Bibbia. Tramandato per secoli e arrivato fino alle generazioni più recenti, questo prezioso libricino è, a nostro giudizio un vero tesoro di grazie alle quali attingere ogni giorno per il cammino spirituale di ciascuno di noi.

E’ straordinario come queste parole possano illuminare le nostre vite anche nel Terzo Millennio, epoca in cui il tecnicismo e il progresso sembrano aver oscurato il lume della fede.

Eppure, leggendo e meditando le parole contenute in questo testo, anche noi, abitanti del mondo tecnologico, possiamo squarciare il velo che ci separa dall’infinito e incamminarci verso quella Luce a cui siamo chiamati e dalla quale siamo stati generati.
E’ misterioso come queste parole siano ancora estremamente attuali e ancor di più lo è, se pensiamo che esse possono essere applicate a tutte le contingenze quotidiane, se, con un po’ di sforzo riusciamo a riattualizzarle al nostro tempo.

mercoledì 15 aprile 2015

Medjugorje - La Madonna parla del futuro del mondo

E’ disponibile in tutte le migliori librerie on line in edizione ebook e in versione brossura, il secondo capitolo del libro di Beppe Amico sui Messaggi di Medjugorje

Il titolo dell’opera è “Medjugorje – la Madonna parla delfuturo del mondo – Commento ai messaggi di Medjugorje – triennio dal 1984 al1986” e vi sono raccolti in ordine cronologico i più importanti messaggi lasciati dalla Regina della Pace ai sei veggenti del piccolo centro della ex Jugoslavia. Ciascun messaggio è accompagnato da un breve commento che chiarisce argomentazioni di fede talvolta complesse e qualche volta difficili da interpretare.

Nella parte introduttiva un rapido excursus sulle prime tre apparizioni che da oltre trent’anni, accompagnano milioni di persone nel loro cammino di fede. 

La Madonna – dicono i pellegrini e coloro che visitano i luoghi delle apparizioni - è una guida validissima sulla quale contare nei momenti di difficoltà e alla quale è possibile rivolgersi con fiducia per qualsiasi consiglio e soprattutto per ricevere aiuto e protezione in un momento tanto delicato in cui Ella stessa preannuncia un futuro incerto nel quale, potremmo essere testimoni di eventi straordinari e forse chiamati a sacrifici e sofferenze per la nostra crescita spirituale e la nostra salvezza eterna.

Nel corso della trattazione dei vari argomenti, un accenno anche ai dieci segreti che la Regina della Pace ha lasciato ai sei veggenti e che riguardano eventi che si manifesteranno nel prossimo futuro.

E’ disponibile la versione in Brossura sul sito di Lulu Enterprise America e l’ebook digitale nei migliori Store online.



lunedì 13 aprile 2015

ALDILA’ – la vita dopo la morte - IL PARADISO

Ultimo capitolo dedicato alla vita dopo la morte. Si conclude con questo saggio la trilogia di libri dedicati ai Novissimi e alla vita eterna curata dallo scrittore cattolico Beppe Amico. Dopo il favorevole accoglimento del pubblico dei primi due capitoli, l’autore ha concluso la sua ricerca con questo ultimo lavoro dedicato al Paradiso.

Questo libro, dal titolo: “ALDILA’ – la vita dopo la morte - ILPARADISO”, presenta una delle realtà più affascinanti e coinvolgenti della fede cattolica, quella del premio riservato agli eletti dopo una vita operosa e virtuosa, realtà che conosciamo con il nome di Paradiso o Cielo.

Per leggere e comprendere nella sua essenza queste pagine, è necessario però porsi in un atteggiamento ricettivo e sbarazzarsi di pregiudizi e idee preconcette.
Cercheremo di fare luce su quella che i cristiani cattolici considerano la loro meta finale, il punto d’arrivo, il traguardo da raggiungere costi quel che costi.  

Nel corso della trattazione dei vari argomenti, ci atterremo ad argomentazioni legate alla tradizione cattolica, all’esperienza mistica, alle testimonianze dei santi e infine anche alla Rivelazione.

Un viaggio appassionante verso quella metà a cui tutti noi dovremmo aspirare.

Cogliamo l’occasione per ricordare che gran parte dei libri spirituali di Beppe Amico sono disponibili con una promozione speciale su tutti gli Store online. Solo per poche settimane ne potete trovare molti a soli 1,99 euro. Tra le promozioni anche quelli dedicati alle apparizioni di Medjugorje, alla preghiera, ai Dieci Comandamenti. Li potete visionare e leggere le anteprime a questo link Amazon.

lunedì 23 marzo 2015

Preghiere e pratiche in preparazione della Pasqua

LA QUARESIMA
La Quaresima è il tempo liturgico in cui il cristiano si prepara, attraverso un cammino di penitenza e conversione, a vivere in pienezza il mistero della morte e risurrezione di Cristo, celebrato ogni anno nelle feste pasquali, evento fondante e decisivo per l'esperienza di fede cristiana. Essa si articola in cinque domeniche, dal Mercoledì delle Ceneri alla Messa della "Cena del Signore" esclusa. Le domeniche di questo tempo hanno sempre la precedenza anche sulle feste del Signore e su tutte le solennità. Il Mercoledì delle Ceneri è giorno di digiuno; nei venerdì di Quaresima si osserva l'astinenza dalle carni. Durante il Tempo di Quaresima non si dice il Gloria e non si canta l'alleluia; di domenica si fa però sempre la professione difende con il Credo. Il colore liturgico di questo tempo è il viola, è il colore della penitenza, dell'umiltà e del servizio, della conversione e del ritorno a Gesù.

Il cammino quaresimale è:

• un tempo battesimale, 
in cui il cristiano si prepara a ricevere il sacramento del Battesimo o a ravvivare nella propria esistenza il ricordo e il significato di averlo già ricevuto; 

• un tempo penitenziale, 
in cui il battezzato è chiamato a crescere nella fede, "sotto il segno della misericordia divina", in una sempre più autentica adesione a Cristo attraverso la conversione continua della mente, del cuore e della vita, espressa nel sacramento della Riconciliazione. 

La Chiesa, facendo eco al Vangelo, propone ai fedeli alcuni impegni specifici: 

• ascolto più assiduo della parola di Dio:
 la parola della Scrittura non solo narra le opere di Dio, ma racchiude una efficacia unica che nessuna parola umana, pur alta, possiede; 

• preghiera più intensa: 
per incontrare Dio ed entrare in intima comunione con lui, Gesù ci invita a essere vigilanti e perseveranti nella preghiera, 'Per non cadere in tentazione" (Mt 26,41); 

• digiuno ed elemosina: 
contribuiscono a dare unità alla persona, corpo e anima, aiutandola a evitare il peccato e a crescere nell'intimità con il Signore; aprono il cuore all'amore di Dio e del prossimo. Scegliendo liberamente di privarci di qualcosa per aiutare gli altri mostriamo concretamente che il prossimo non ci è estraneo. 

INDULGENZA PLENARIA:
ogni Venerdì di quaresima recitando la Via Crucis (clicca)
oppure la preghiera a Gesù Crocifisso:

PREGHIERA A GESU' CROCIFISSO
Eccomi, o mio amato e buon Gesù, che prostrato alla tua santissima Presenza ti prego con il fervore più vivo di stampare nel mio cuore sentimenti di fede, di speranza, di carità, di dolore dei miei peccati e di proponimento di non offenderti più, mentre io con tutto l’amore e con tutta la compassione vado considerando le tue cinque piaghe, cominciando da ciò che disse di Te, o mio Gesù, il santo profeta Davide: “Hanno forato le mie mani e i miei piedi, hanno contato tutte le mie ossa”. 
- Pater, Ave e Gloria ( per l'acquisto dell'indulgenza plenaria)

(A colui che recita questa preghiera dopo la Comunione, dinanzi all'immagine di Gesù Crocifisso, è concessa l'indulgenza plenaria nei singoli venerdì del tempo quaresimale e nel venerdì santo; l'indulgenza parziale in tutti gli altri giorni dell'anno.  Pio IX)

Fonte: http://www.preghiereperlafamiglia.it/quaresima.htm 

venerdì 13 marzo 2015

Ebook preghiere indulgenziate GRATIS!!!

ATTENZIONE EBOOK IN REGALO
Cari amici, vorrei regalare a tutti voi un ebook dedicato alla preghiera. Lo potete scaricare gratuitamente cliccando sull'anteprima. Condividetelo con i vostri amici e sulle pagine dei vostri diari Facebook. Che Il Signore ci benedica.

Cosa sono le indulgenze e come ne possiamo beneficiare? E' vero che la recita di una preghiera o la pratica di una devozione cancella in parte o completamente la pena che dovremmo sostenere...
CALAMEO.COM

giovedì 19 febbraio 2015

Novena alla Regina della Pace di Medjugorje

In questo post vogliamo proporvi una Novena a Maria Regina della Pace. Questa preghiera è tratta dal libro: "Novene cattoliche antiche e moderne" disponibile in tutti gli Store on line ed in versione stampata sul sito di Lulu Enterprise.

Novena alla Regina della Pace di Medjugorje

Da recitare per nove giorni consecutivi

1) O Maria Regina della Pace, che ti degnasti di apparire sulla collina del Podbro a sei umili e semplici adolescenti, per prepararci ai tempi nuovi, ottienici la grazia di conoscere Dio e di glorificarlo in tutte le azioni della nostra vita quotidiana. Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

2) O Maria Regina della Pace, che piena di amore e sollecitudine per i tuoi figli, ci guidi verso un porto sicuro, ottienici la grazia di camminare sempre sulla strada dritta e prepararci degnamente ai nuovi tempi da te annunciati. Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

3) O Maria Regina della Pace, che ti sei posta quale scudo tra noi e satana, ottienici la grazia di compiere con zelo i nostri doveri cristiani e di sopportare per la nostra santificazione, le sofferenze e i sacrifici di questa vita. Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

4) O Maria Regina della Pace, che con materna bontà ti sei degnata di portare il lieto annunzio della salvezza a tutti i popoli, difendici dalle insidie del male e ottienici la grazia di spezzare le catene del peccato ed operare nelle virtù cristiane, affinchè possiamo entrare degnamente nei tempi nuovi e meritare la gloria dei Cieli. Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre. 

Un nuovo libro dedicato alle Novene Cattoliche

 

Questa ennesima pubblicazione dedicata alla preghiera rientra nella collana “Spiritualità” che comprende altri cinque libri dedicati all’orazione, che hanno trovato un buon accoglimento del pubblico.

Sollecitati ed incoraggiati dai nostri lettori abbiamo deciso di dedicarne uno anche alle Novene che hanno una grande importanza nella vita cristiana.
Le Novene sono cicli di preghiera della durata di nove giorni dedicati per un’intenzione particolare e rivolte oltre che a Gesù e alla Madonna anche a santi e angeli. La loro recita è tesa alla richiesta di speciali grazie ed è molto utile nel cammino di crescita spirituale.

Il libro contiene un indice tematico delle varie Novene e, ove possibile una breve presentazione con l’indicazione del calendario di recita.

“Novene cattoliche antiche e moderne - Una Guida pratica e chiara delle più belle e famose Novene della tradizione cattolica”, è uno strumento prezioso ed una Guida pratica nell’orazione, utile per la preghiera di tutti i giorni.

L’edizione ebook è disponibile nei migliori Store on line e quella in carta stampata sul sito di Lulu Enterprise.

Gli altri libri della collana “Spiritualità” dedicati alla preghiera sono:
"Preghiere e devozioni per il cammino spirituale"

“Preghiere di Guarigione e liberazione per il corpo e per lo spirito”

“Preghiere potenti e miracolose”

"Guarigione fisica e interiore - il potere della preghiera e dei sacramentali".

La vita e le preghiere di Santa Brigida e le promesse di Gesù a coloro che le recitano

Guida spirituale per gli ultimi tempi – in attesa del compimento dei dieci segreti di Medjugorje

Apparizioni e veggenti...da Guadalupe a Medjugorje - Con le preghiere in preparazione degli ultimi tempi

Preghiere e devozioni indulgenziate - Come salvarsi l’anima e andare direttamente in Paradiso senza passare dal Purgatorio

giovedì 5 febbraio 2015

Medjugorje – La Madonna parla del futuro del mondo – commento ai messaggi di Medjugorje – Triennio dal 1981 al 1983

Mai come in questo periodo i messaggi che la Vergine Maria comunicherebbe ai sei veggenti di Medjugorje sono di grande attualità.

Con l’approssimarsi del tempo riservato allo svelamento dei dieci segreti, il loro contenuto è quanto mai attuale perché riguarda il prossimo futuro dell’umanità.
I messaggi vanno letti ed interpretati alla luce del contesto che stiamo vivendo oggi, contraddistinto da eventi di grande portata e mutamenti profondi del modo di vivere della nostra società. Ci sono corrispettivi spirituali che necessariamente debbono essere ricondotti alle varie contingenze che noi tutti stiamo vivendo in questa prima decade del Terzo Millennio.

Non si potrebbe capire il significato dei messaggi se non li interpretassimo alla luce dei profondi mutamenti sia dell’animo umano, sempre più lontano dai valori che veramente contano, che di quelli relativi alle condizioni in cui versano intere società le quali abbandonando Dio e i suoi precetti, sembra avviarsi verso l’autodistruzione.

E’ questo che dice Maria a Medjugorje e continua a ripeterlo da più di 30 anni, da quando nel lontano giugno del 1981 appare a sei veggenti, allora fanciulli ed ora diventati uomini adulti.
L’attualità del contenuto dei messaggi è attuale perché riguarda ciò che accadrà nei prossimi anni. 

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI