Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona he faceva miracoli come Padre Pio

sabato 23 novembre 2013

Il Paradiso - di Don Dolindo Ruotolo

Ed eccoci all'ultimo Appuntamento con i novissimi, Le ultime Realtà. Leggiamo queste Annotazioni del santo Sacerdote Napoletano morto in Concetto di Santità e vissuto esercitando Le Virtu a Grado eroico. Se QUALCUNO dei lettori vuole avvicinarsi alla SUA Figura, Consiglio di Leggere Il libro: "Fui chiamato Dolindo Che significa dolore". Lo trovate sul sito ufficiale www.dolindo.org .



Che cos'è il Paradiso?
Potreste Voi farVi Una idea del sole guardando ONU cerino acceso? --Nessuna, Perché il cerino e Una Debole fiamma Che Subito SI Consuma e SI spegne. Così ì Tanto difficile Formarsi Una idea della Grande Felicità del Paradiso, Perché vieni vi Detto ho, Sulla terra noi non ABBiamo idea di vera Felicità. Ad OGNI Modo, Tanto per farvene Capire QUALCHE Cosa io vi dico:
1 ° • Nel Paradiso noi siamo La Liberati da TUTTE le miserie della vita Presente; quindi non sentiamo il Bisogno di Più Mangiare e bere di; non avvertiamo Più il freddo ed il caldo, non siamo La Più oppressi dal peso del Corpo, Dai Dolori, ambrogetta Malattie, Dalle amarezze, Dai contrasti e da Tutto cio Che Nella vita Presente ci cagiona Dolore.
2 ° • Nel Paradiso SI Vede Dio Faccia a faccia venire E, Nella SUA Luce Infinita, le e Dione Stesso CI AIUTA a vederlo truffa UNA Forza speciale CHE Nostro Dà all'intelletto, col lume della gloria. Voi godete Nel VEDERE Una bella scena, nell'ammirare i fiori del campo ed Una bella giornata ... Quanto, Più non dovrete godere Nel VEDERE Dio Che E infinita Bellezza?
3 ° • Dio conosce OGNI Verità, e le creature diventano dottissime in qualunque Scienza. Voi non sareste Più Contenti Ora se in Un Momento poteste Arrivare alla Università e pigliarvi Una laurea? L'uomo SI appaga Nella Verità, e non puo godere Veramente Che Nella Verità; Ora in Dio conosce Tutta la Verità. Conosce l'Armonia e la Bellezza delle Verità della Fede, e SI consola assai di avervi creduto; conosce le Verità naturali, e sc appaga Nel Vederne la mirabile armonia! Conosce Dio e non TROVA Più Limiti Nella SUA soddisfazione immensa. In Dio Che E Ricchezza Infinita, L'Uomo TROVA OGNI bene, Tutto Quello Che puo desiderare lo ottiene. L'anima SUA SI Sente libera, serena, contenta, e Nella Volontà di Dio, Che E infinito bene, SI appaga Completamente.
4 ° • Qualunque Felicità terrena, ANCHE SE Fosse Veramente racconto, E Semper amareggiata del Timore di perderla, Perché Tutto Passa E Tutto finisce nel Mondo. Nel Paradiso invece il Godimento E eterno, non puo terminare mai, E Semper Più Nuovo, piu bello, piu completo e l'anima non se ne puo annoiare giammai.

Nessun Timore quindi puo affliggerci Nel Paradiso, amarezza Nessuna: Esso E vieni ONU campo sereno colomba non penetrano mai le Tempeste; E Come una perenne Primavera Spirituale, e Una dolcezza Senza turbamenti ... E la pace eterna! Pregate Dio Che vi dia la grazia di Andare Nel Paradiso e portatevi bene per meritarvelo, affinchè possiate provarlo col Fatto Quanto SIA bello. --Se Io avessi qui Un bel regalo e dicessi chi SI STA Più Quieto l'Avra; non sarebbe stupido fanciullo delle Nazioni Unite per il Che tariffa Un momento di fracasso se ne rendesse indegno?
Ora la vita Passa presto e beato E colui Che Puo Fare il bene e il Che puo rendersi degno di Quella Felicità Che non Terminal mai e il Che E eterna! --Sentite QUESTO Fatto: Il 25 novembre 1856 mori a Torino la madre del venerabile don Bosco. Era Una Santa donna, AVEVA Menata Una vita Piena di opere Buone e Mori Nel bacio del Signore. Passarono quattro Anni, e nell'agosto del 1860 mentre don Bosco ritornava Dalla Chiesa di S. Francesco d'Assisi All'Angolo della Consolata, vide di rincontro un Sé SUA madre.
Figuratevi l'emozione Che Provo: Voi qui, o madre, esclamò, ma non Siete gia morta? --Sono Morta, ma vivo, Gli rispose la madre. --E Siete felice? Felicissima. Il Venerabile Servo di Dio Allora le Domando se Fosse volata in cielo Subito DOPO la morte, ed ESSA rispose di no; Le Domando Conto di alcuni Giovanetti Che erano Morti, e Gli Disse il Che erano salvi.
Ed Ora, soggiunse don Bosco, Fatemi Sapere Che Cosa godete in Paradiso. --non POSSO fartelo intendere. --Datemi Almeno ONU Saggio della Vostra Felicità, fatemene almeno Provare QUALCHE Stilla. Il Venerabile vide Allora di ONU Tratto la madre trasformarsi venire in Un Altro Essere; i Suoi Panni SI mutarono in Un Preziosissimo Vestito, la Fronte Prese un'aria di sublime maestà e citare in giudizio le labbra SI apersero al canto. Ma canto Quale non fu mai il Suo! Sembrava un'armonia di mille Strumenti, era QUALCHE Cosa di Profondamente emozionante!
Don Bosco rimase estatico La Meraviglia per posta non Seppe pronunziare Parola; L'ultimo Saluto della madre fu QUESTO: Io ti aspetto in Paradiso! Così dico a Voi Fanciullini miei cari vivete da buoni ragazzi, vivete Semper bene, Perché Un giorno Ancora io Voglio aspettarvi Tutti in Paradiso. Fonte: www.dolindo.org 

Nessun commento:

Posta un commento

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI