Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona che faceva miracoli come Padre Pio

lunedì 9 settembre 2013

Preghiera per la salvezza eterna dell'anima

Esaminiamo in questo articolo un tema a nostro giudizio mai sufficientemente meditato: quello della salvezza eterna.
Noi viviamo in un mondo intriso di materialismo che ci lega ai ceppi di una cruda necessità materiale dove quasi non vi è spazio per coltivare aspetti interiori che riguardino la spiritualità e la sopravvivenza dell’anima al di la dello spazio e del tempo.
Chi coltiva sentimenti di religiosità, anche se professa una confessione diversa da quella cristiano-cattolica, vive nella speranza di una vita migliore dopo la morte terrena.
E’ un fatto, credo assodato, anche da molte altre religioni non cattoliche, che l’anima sopravviverà anche dopo l’ultimo battito del nostro cuore. Noi siamo destinati all’eternità, un eternità di gioia o di sofferenza, un premio o un castigo.



Le sacre scritture testimoniano anche nei libri del Vecchio testamento che i morti risorgeranno alla vita o all’abominio a seconda delle azioni compiute nel corso della vita sulla terra.
Siamo persuasi che non meditiamo abbastanza di ciò che ci aspetta dopo questa vita e ogni giorno rischiamo di perderci nella giungla delle illusioni.
Ciò a cui dobbiamo prestare attenzione è di fondamentale importanza per crescere spiritualmente in modo da essere pronti all’incontro più importante che faremo al termine della nostra vita: quello con Dio nostro padre.
Sappiamo che Dio vede le macchie anche nei suoi angeli, tanto più in noi che siamo certo meno santi degli spiriti angelici. Nessuno si illuda, quasi tutti passano attraverso vari gradi di purificazione in questa o nell’altra vita. Pochi sono quelli che raggiungono subito il Cielo, molti, assicura la Madonna vanno invece all’inferno, perché – come testimoniano i veggenti di Medjugorie – fanno tutto contro Dio e dopo la loro morte continuano a vivere l’inferno che hanno costruito poco a poco in questa vita.
La Vergine a Fatima affermava che molti vanno all’inferno perché non c’è nessuno che preghi e si sacrifichi per loro.
La preghiera è la tratta di unione tra Dio e gli uomini, con la preghiera, assicura la Madonna, si possono fermare anche le guerre.
La nostra giornata dovrebbe essere una continua ed incessante preghiera, vissuta in spirito di semplicità e di umiltà. Tra le orazioni meravigliose che ci offrono i vari libri di preghiera ne abbiamo scelta una che ci sembra fondamentale e che ancora non esiste in nessun breviario della Chiesa cattolica, almeno stando a quelle che trattano il tema della salvezza eterna.
Desideriamo proporvela così come ci è uscita dal cuore e invitarvi a recitarla ogni giorno a beneficio della vostra anima e di quella delle persone a voi care. Ve la regaliamo sicuri che possa “vincere” il cuore di Dio e convincerlo a condurci oltre le porte di quel Regno di Luce dove noi dimoreremo per sempre insieme a Lui e ai suo santi.

Preghiera per la salvezza eterna dell'anima

Signore misericordioso, che ti prendi cura di ciascuno di noi come se fossimo unici, abbi pietà di me.
Mi riconosco colpevole di tanti peccati e mi sento indegno di entrare nel tuo regno di Gloria.
Confido però nella tua Onnipotenza d'amore e so che oltrepassa ogni limite umano e perdona sempre, anche i figli più impantanati nella melma del peccato.
Ricordati di me quando subito dopo la mia morte mi troverò davanti a te Sommo Giudice, ricordati di questo particolare momento della mia vita in cui ti ho implorato con le lacrime agli occhi di salvarmi e condurmi nella tua dimora di luce dove non è più pianto e dolore perchè le cose di prima sono passate.
I miei innumerevoli peccati ti hanno offeso un’infinità di volte e sarei degno di sprofondare nell’abisso più profondo, le mie ingratitudini ti hanno disgustato e dovrei essere vomitato e precipitato nelle tenebre e nel fuoco dell’inferno, le mie frequenti ricadute mi hanno fatto schiavo del demonio e messo in pericolo di morire in eterno.
Ma tu mi hai soccorso provvedendo a me ogni giorno, preservando la mia anima e il mio corpo da tutti i pericoli e con l'amore e la sollecitudine di un padre che ama i suoi figli, hai perdonato le mie colpe e mi hai fatto riposare all’ombra delle tue ali.
Grazie mio Signore e mio Dio per la tua infinita misericordia, grazie eterno padre, perché io credo fermamente che mi salverai.
Non per i miei meriti ma per la tua grande misericordia ti degni di soccorrere questa meschina creatura, perchè solo per il grande l’amore che mi serbi, io potrò, con l’amato tuo figlio Gesù, la Vergine Maria, i santi e le beatitudini dei cori celesti, cantare in eterno le tue misericordie. 

Nessun commento:

Posta un commento

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI