Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona he faceva miracoli come Padre Pio

lunedì 9 settembre 2013

Libri in vetrina: Amico Giuda

AMICO GIUDA
Autore: Andrea Betti
Romanzo di Leonardo Bruni.
Edito da Quinto Evangelista.
Pagine 176 15x21
Costo € 12.50

Possiamo inquadrare tale opera, definendola un romanzo breve. Si può sintetizzare dicendo che racconta gli ultimi giorni di Giuda Iscariota. Il cammino interiore del protagonista, che va dai progetti grandiosi alla disillusione, al pentimento. Analizzando più in profondità il testo, appare evidente che la finalità dell'autore non è quella del semplice “raccontare”.

L'ambientazione, la struttura del libro, il tempo storico della narrazione sono tutti fattori che diventano occasione per una serie di riflessioni sulla natura del messaggio evangelico.
L'opera è stata divisa dall'autore in due parti, rispettivamente di 12 e 7 capitoli. La ragione di questa distinzione è abbastanza comprensibile: la seconda parte inizia proprio nel momento topico dell'Ultima Cena. In quel colloquio fondamentale, per l'azione narrativa, tra Gesù e Giuda.

La storia si svolge nella Palestina dell'anno 30 dopo Cristo. Ovvero nell'anno della morte storica di Gesù, secondo gli studiosi. L'autore cerca attraverso degli anacronismi, mettendo insieme elementi moderni come treni, auto e hotel a 5 stelle, di conferire alla vicenda non solo un respiro più universale, ma anche un richiamo più chiaro per i nostri tempi. A volte l'azione è affascinante, a volte richiederebbe più omogeneità.

Sulle osservazioni del contenuto, possiamo dire che la storia è nota. Il tradimento, il pentimento tradivo, il suicidio di Giuda. Ma l'originalità del racconto sta nel concentrarsi in diversi passaggi, ai quali i Vangeli dedicano poco o nessuno spazio. Così seguiamo la descrizione di Giuda mentre, dopo l'arresto di Gesù, cerca di affogare il rimorso nell'alcool e nel sesso. 


La parte più originale è nel termine del racconto, per cui grazie a un doppio finale, scopriamo il destino del personaggio nell'aldilà. A seconda che sia o no sinceramente pentito. E soprattutto conosciamo le tappe del percorso mentale che sta dietro alle scelte di Giuda.

Concludendo, uno dei punti di forza del romanzo è la concreata umanità dei protagonisti. Giuda oscilla tra la fede e il rifiuto di Cristo. Da una parte c'è il desiderio di una vita normale. Dall'altra la consapevolezza d'aver davanti il vero Messia. In mezzo il rimorso per aver tradito una persona, che comunque continua ad amarlo. 

Sono i pensieri che chiunque farebbe nella stessa situazione. Per questo Giuda è un personaggio completo e, al contempo, il prototipo dell'uomo comune sospeso tra spiritualità e materialismo.
Anche la figura di Gesù è rappresentata nei suoi aspetti più pragmatici. È un Cristo che parla di libero arbitrio, e di realizzazione personale; più che di salvezza e di regno dei Cieli. Offrendo una via per la felicità di questa vita, già con la Grazia. Un Messia laico.

La scrittura con un lessico contemporaneo, con uno stile deliberatamente basso, contribuisce ad avvicinare la vicenda alla nostra dimensione quotidiana. Favorendo l'identificazione del lettore.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI