Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona he faceva miracoli come Padre Pio

giovedì 14 giugno 2012

Cosa significa consacrarsi? Quali benefici ne possiamo trarre?


Che cosa significa consacrarsi? Che senso ha pronunciare un atto di devozione ad un santo o alla Vergine Maria impegnandosi a seguire la sua spiritualità?
L’enciclopedia interattiva Wikipedia definisce la consacrazione “il momento rituale nel quale si rende una cosa sacra”. Wikipedia chiarisce che “spesso viene usata nei rituali liturgici del cristianesimo, nello specifico il cattolicesimo, legato ai cosiddetti sette Sacramenti".
Ad esempio, la consacrazione Eucaristica, che avviene attraverso il tempo centrale della Messa, detta Liturgia Eucaristica, nel quale, pronunciando le parole di Gesù nell'Ultima cena, si ottiene, per grazia di Dio, che il pane ed il vino offerti dalla comunità diventino Corpo e Sangue di Cristo, secondo il mistero che la teologia cristiana ha denominato transustanziazione.
Oppure può essere una scelta di vita, ossia il consacrarsi a Dio, ad esempio nel sacerdozio, nel prendere i voti religiosi permanenti, sempre attraverso un rito solenne.
Se ci si sposa con rito cattolico, gli stessi anelli nuziali vengono consacrati, anche se la vera e propria consacrazione matrimoniale (pari all'Ordine sacro) avviene durante la stessa Liturgia.
Il termine viene usato anche per indicare l'atto attraverso il quale si rinnovano, con maturità e consapevolezza, gli impegni battesimali, soprattutto per quanti non erano in grado di capire la portata dell'atto, in particolare per la tenera età (detto Sacramento della Cresima o Confermazione).
La consacrazione viene intesa anche come un impegno costante e coerente di una specifica pratica devozionale; ad esempio, alcuni si consacrano al Sacro Cuore di Gesù, altri al Cuore Immacolato di Maria (es. i pastorelli di Fatima dissero che la Madonna chiese che il Papa consacrasse la Russia al Cuore Immacolato)”[1].
E’ importante sottolineare che la consacrazione non ha nulla a che fare con i voti o i propositi espressi a Dio, alla Vergine, a Gesù o ad un santo. Tuttavia legano il consacrato ad un impegno devozionale e pratico, il quale, se disatteso, può portare al peccato di dissacrazione che è bene confessare al proprio direttore spirituale.

La Vergine addolorata (collezione privata)

A titolo di esempio riportiamo una delle tante Consacrazioni alla Vergine Maria, apparsa a Fatima ai tre pastorelli Lucia, Giacinta e Francesco.

Consacrazione alla Vergine di Fatima

O Vergine di Fatima, Madre di Misericordia, Regina del Cielo e della terra, rifugio dei peccatori, io mi consacro al tuo Cuore Immacolato. Ti consacro il mio cuore, la mia famiglia, tutte le mie cose. E affinché questa consacrazione sia veramente efficace e duratura, rinnovo oggi le promesse del mio Battesimo e della Cresima, impegnandomi a vivere da buon cristiano, fedele a Dio, alla Chiesa, al Papa.

Voglio recitare il Santo Rosario, prendere parte all’Eucaristia, dare importanza al primo Sabato del mese e operare per la conversione dei peccatori.

Ti prometto ancora, o Vergine Santissima, di zelare il Tuo culto benedetto, per affrettare con la mia consacrazione al Tuo cuore Immacolato e mediante la Tua intercessione, l’avvento del Regno di Gesù nel mondo. Amen.

 

Vieni, o Maria, e degnati di abitare in questa casa. Come già al tuo Cuore Immacolato fu consacrata la Chiesa e tutto il genere umano, così noi, in perpetuo, affidiamo e consacriamo al tuo Cuore Immacolato la nostra famiglia. Tu che sei Madre della Divina Grazia ottienici di vivere sempre in grazia di Dio e in pace tra noi. Rimani con noi; ti accogliamo con cuore di figli, indegni ma desiderosi di essere sempre tuoi, in vita, in morte e nell’eternità. Resta con noi come abitasti nella casa di Zaccaria e di Elisabetta; come fosti gioia nella casa degli sposi di Cana; come fosti madre per l’Apostolo Giovanni. Portaci Gesù Cristo, Via, Verità e Vita. Allontana da noi il peccato e ogni male. In questa casa sii Madre di Grazia, Maestra e Regina.

Dispensa a ciascuno di noi le grazie spirituali e materiali necessarie alla nostra salvezza; specialmente accresci la fede, la speranza, la carità.

Suscita tra i nostri cari sante vocazioni. Sii sempre con noi, nella gioia e nella sofferenza e soprattutto fa che un giorno tutti i membri di questa famiglia si trovino con te uniti in Paradiso (Estratto di "Preghiere e devozioni" a cura di Beppe Amico. Leggi l'anteprima collegandoti a questo link: http://www.ultimabooks.it/preghiere-e-devozioni-per-il-cammino-spirituale

PREGHIERE E DEVOZIONI – per il cammino spirituale. Ora disponibile anche in versione ebook

SCARICALO SUBITO a 1,99 euro collegandoti a questo link: 

Un lavoro appassionato e una ricerca meticolosa hanno impegnato Beppe Amico – scrittore e saggista cattolico – per la realizzazione di questo volume dedicato alla preghiera la quale secondo l’enciclopedia interattiva Wikipedia, “è una delle pratiche comuni a tutte le religioni. Essa consiste nel rivolgersi alla dimensione del sacro con la parola o con il pensiero; gli scopi della preghiera possono essere molteplici: invocare, chiedere un aiuto, lodare, ringraziare, santificare, o esprimere devozione o abbandono. La preghiera è solitamente considerata come il momento in cui l'uomo 'parla' al sacro, mentre la fase inversa è la meditazione, durante la quale è il sacro che 'parla' all'uomo.
La preghiera può essere personale, oppure liturgica; solitamente questa seconda forma si ritrova come preghiera scritta (o comunque tramandata in qualche modo). Una delle forme di preghiera più diffuse è il canto devozionale”.
In questo nuovo libro di orazioni, il curatore accompagna alle tante preghiere presenti anche una ricca storiografia, citando passi delle Sacre Scritture, pensieri di santi, aforismi spirituali, note ed esempi di ascetica utili ad inquadrare ciascuna devozione nella dimensione a cui appartiene.
SFOGLIA L’ANTEPRIMA CLICCANDO SULLA COPERTINA

Gli asceti sono concordi nell’affermare che la vera preghiera sgorga spontanea dal cuore ed è quella che “commuove” Dio. Essa crea un ponte fra l’aldiquà e l’aldilà, ci permette di comunicare con Lui con modalità molto varie che possono arrivare fino al matrimonio mistico.
Ancora Wikipedia chiarisce che “secondo la dottrina cattolica, quando l'uomo prega si eleva a Dio in modo cosciente”, cioè sceglie volontariamente di comunicare e condividere con l’Onnipotente problemi, affanni, gioie, dolori, successi, fallimenti.
Beppe Amico  conclude con un pensiero la premessa al libro “Preghiere e devozioni per il cammino spirituale”: “In questo libro ho raccolto le più celebri e diffuse preghiere della tradizione cattolica. Sono le stesse che ho usato e continuo ad usare anch’io nei miei momenti di raccoglimento spirituale. Alcune di esse sono così belle e profonde da risultare dei veri e propri gioielli capaci di farci crescere e avanzare nel cammino di perfezione. Mi auguro che anche per voi, come è successo per tanti, possano essere uno strumento di condivisione e di amore”.
Il libro è disponibile in (brossura) in una pratica e comoda versione pocket tascabile. E’ possibile richiederlo al curatore dell’opera collegandosi all’area contatti del suo sito-blog www.mistericattolici.blogspot.com oppure direttamente a questo indirizzo: www.lulu.com/content/12852591. Ora disponibile anche in versione ebook al modico prezzo di 1,99 euro sul sito di ultimabooks cliccando quì.

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI