Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona he faceva miracoli come Padre Pio

giovedì 22 settembre 2011

Cosa significa essere giusti?

In questi lunghi anni di cammino spirituale verso il Sommo Bene ho avuto modo di meditare tanti misteri della fede e sono estremamente grato al Signore di avermi illuminato su tanti punti oscuri che ho compreso solo dopo molto tempo. Spesso mi sono chiesto che cosa significa essere giusti e come si fa ad esserlo.
L'uomo giusto, dicono i santi, pecca 7 volte al giorno. E' incredibile al solo pensarlo. Quante volte peccherà quindi un uomo malvagio? E se il destino dell'uomo giusto è la conoscenza dell'Amore perfetto, quale sarà la sorte del peccatore?

Credo che ci dobbiamo chiedere innanzitutto che cosa significhi essere cattivi e cercare di comprendere se le persone vocate al male si rendono conto in piena coscienza se ciò che fanno  vada contro i loro interessi.

Sono convinto che non esiste in questi poveri sventurati una piena consapevolezza perchè quale essere raziocinante pur sapendo di nuocere a se stesso continua ad imperversare nel male? C'è un detto che recita: sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico. C'è da credere che chi non si cura di fare il bene e anzi preferisce scegliere il male, sia dominato da forze oscure che lo rendono schiavo delle passioni dalle quali non sa uscire con le sue sole forze.

Esistono però anche persone che fanno il male consapevoli di farlo e per questi non vi è perdono alcuno, perchè peccano contro lo Spirito Santo e come ben sappiamo peccati di questo genere non possono essere perdonati ne in questa ne nell'altra vita.
Essere buoni guadagna la gloria e la felicità, essere cattivi conduce alla rovina totale ed eterna.
Saggio è colui che opera il bene ed evita il male in tutte le circostanze della vita. Stolto è chi persevera nell'errore andando incontro al suo fallimento eterno. Pensiamo a queste due parole: FALLIMENTO ETERNO. Sono terribili. Pensiamo ai malvagi e ai peccatori che non accettano nemmeno i fallimenti terreni per orgoglio o per sete di dominio e potere. 
Che sarà mai di loro nel vedersi falliti in eterno. Le loro anime saranno trafitte da un dolore che non avrà mai fine e saranno la vergogna di coloro che hanno angariato e danneggiato.



La bontà si apre all'altro, comprende le sue necessità, accoglie con disponibilità, perdona le offese, non si stanca di pazientare ed è mite e accondiscendente nonostante tutte le tribolazioni che incontra nel mondo. 
Vorrei terminare questa riflessione con l'Inno dell'amore scritto da S. Paolo in una lettera ai Corinti. Parole bellissime e che dovremmo più spesso meditare.
Eccolo: 

L'amore è paziente,
è benigno l'amore;
non è invidioso l'amore,
non si vanta,
non si gonfia,
non manca di rispetto,
non cerca il suo interesse,
non si adira,
non tiene conto del male ricevuto,
non gode dell'ingiustizia,
ma si compiace della verità.
Tutto copre,
tutto crede,
tutto spera,
tutto sopporta.
L'amore non avrà mai fine".

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI