Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona che faceva miracoli come Padre Pio

martedì 1 febbraio 2011

Padre Pio e la Vergine Maria (il suo amore alla Madonna).

La devozione di Padre Pio alla Vergine, la sua fiducia e confidenza nella Celeste Protettrice, in coLei che ha vinto con l’umiltà il cuore di Dio, “strappandogli” ogni tipo di grazia, fu straordinaria nella vita del semplice ed umile frate di San Giovanni Rotondo.



“Era il 14 agosto 1958 - scrive don Pierino nel suo memoriale - vigilia dell’Assunzione. All’imbrunire mi trovavo ancora nel convento ed avevo già salutato Padre Pio. Mi accingevo a dare la buonanotte al Guardiano, quando questi, uscito dalla sua cella, mi venne incontro invitandomi a recarmi con lui nella cella del Padre per chiedergli un pensierino alla Madonna. Il Padre Guardiano avanti, ed io dietro di lui. Padre Pio era seduto su di una poltrona, vicino al letto, con la corona del Rosario in mano. “Padre Spirituale - chiese il Guardiano - domani è l’Assunta, diteci un pensierino”. E ci mettemmo in ginocchio.
Padre Pio abbassò il capo e cominciò a singhiozzare e, a tratti, più volte, prese a dire: “La Madonna..., la Madonna...”. Il singhiozzo diventò pianto; poi, con sforzo, ancora riprese: “La Madonna...”
Forti fremiti fecero sussultare tutto il Padre che, continuando a piangere, riuscì finalmente a dire: “La Madonna...è la Mamma nostra!”.
Un pianto dirotto ed irrefrenabile scosse il Padre il quale, a stento riuscì a prendere tremante il fazzoletto per asciugarsi le lacrime che, ormai, avevano bagnato tutto il viso.
Non ebbe nemmeno la forza e il tempo di asciugarsi, tanto erano incalzanti e continue le lacrime.
Egli allora, vinto dall’amore, abbandonò le mani sulle ginocchia e, piangendo, gridava: “La Madonna è la Mamma nostra, la Madonna è la Mamma nostra”.
Io ero in ginocchio davanti a Lui. Poggiai le mani prima e poi le braccia sulle sue ginocchia e sussultavo con Lui. Non me ne accorsi se piansi, ma certo mi sentii morire.
Il Guardiano subito intervenne: “Padre, grazie, grazie, ma non piangete più!”.
Padre Pio piangeva ancora. Allora il Guardiano, con voce forte e rotta dal pianto, gridò: “Padre, per favore, non piangete più, ci sentiamo morire!”.
Io, non sapendo cosa dire, mi avvicinavo sempre più alle ginocchia del Padre che tremava. Poi, ecco, dolcemente, dopo qualche singhiozzo, finì di piangere.
Ancora pochi sussulti. Gli baciammo la mano, ci benedisse e, allontanandoci dalla cella, ci sentivamo tanto bruciare il cuore d’Amore alla Madonna, da dirci l’un l’altro: “Io non riesco a contenere il fuoco d’amore alla Madonna che il Padre mi ha messo nel petto”.
Chiedemmo solo una parola ed Egli ci donò un fuoco d’amore”.  

L’itinerario della sofferenza.

“Egli un giorno - dice ancora don Pierino Galeone -  in confessione mi descrisse l’itinerario della sofferenza.
“Anzitutto, accetta sempre qualsiasi sofferenza, per riparare il passato, per purificare l’anima e per vincere la ripugnanza. Poi, abbraccia i patimenti con umilità e prontezza allo scopo di percorrere con Gesù la via dolorosa, dal Presepio al Calvario; a fianco a Gesù imparerai a conoscere ed a imitare ogni suo comportamento dinanzi al dolore ed alle umiliazioni.
Sarai coraggioso e forte dinanzi ad ogni dolore.
Ti lascerai stendere sulla nuda Croce e comincerari a sentire la beatutudine della sofferenza: “Beati quelli che soffrono, perchè saranno consolati”.
La beatitudine del cuore, la consolazione dello spirito diventerà letizia sul volto: sarai lieto nella sofferenza.
E, vedendone i frutti, l’amerai tanto da gustarla sempre di più, sino a desiderarla come l’unica vera delizia, addirittura a non poter vivere senza soffrire: o soffrire o morire.
In questa fornace ardente di amore sofferente, Dio stampa i suoi crocifissi, le immagini più simili al Figlio suo, e cuoce, come pane, le vittime più gradite per la salvezza dei fratelli”.
In altra occasione Padre Pio mi disse di aver chiesto al Signore di diventare non solo vittima perfetta, ma di continuare a rimanere vittima nei suoi figli, allo scopo di perpetuare la sua missione di salvezza sino alla fine del mondo.
... “Bisogna pregare sempre - mi diceva - per non stancarsi mai ad essere perseveranti”.

Il Matrimonio Spirituale.

“Padre Pio - afferma don Pierino - non solo non commise mai nessun peccato, come Egli stesso diceva , ma da quel tempo (dall’età di 22 anni, quando era già diacono), godeva di una impossibilità morale di peccare. Dio viveva pienamente in Lui.
Era sempre alla presenza di Dio, anzi Dio gli era così presente da operare sempre e solo in Lui.
Al fine di essere tutto in Dio, Padre Pio aveva quasi azzerato, per quanto è possibile ad umana creatura, le sue funzioni vitali: “Io vivo morto”, diceva.
Aveva ridotto al minimo il cibo ed il sonno.
Gli presentai una volta una cassetta d’uva profumata, porgendogli un acino, ovviamente il più bello e grosso, da mangiare. E Lui, quasi scusandosi, mi disse: “Figlio mio, tu così mi fai fare colazione, pranzo e cena!”.
Gli chiesi un giorno: “Padre, quanti Rosari dite al giorno?”. “Da 15 a 20 interi”, rispose. “Allora, Padre, voi non dormite per niente, la notte, siete sempre sveglio?”. “E sì!” rispose ancora, accompagnando la risposta con un significativo gesto del capo”.




13 commenti:

  1. Padre Pio era solo un pazzo truffatore!!! vergogna!!

    RispondiElimina
  2. pradre pio e meraviglioso ed un grande.......... proteggi me e la mia famiglia........

    RispondiElimina
  3. sei e sarai sempre grande............da ivan proteggimi ovonque mi trovo...........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io voglio essere una parte di te...perdonami tutti i miei peccati...guidami tu santo pio Grazie di cuore...illuminami tutti i giorni la mia mente...perdona chi mi ha fatto del male..e aiutali a capire Grazie.

      Elimina
  4. da rosetta e mischel sei il nostro protetore protegici sempre ovonque noi siamo...........

    RispondiElimina
  5. Ho già avuto in passato un grande aiuto da te, e non l'ho voluto ammettere apertamente, oggi mi ritrovo sempre a quel bivio, e ti chiedo aiuto a spero che tu abbia ancora voglia di aiutarmi, aiutatemi a pregare, prego padre pio per la sua interccezione

    RispondiElimina
  6. PADRE PIO TI HO SOGNATO UNA VOLTA SOLA NELLA MIA VITA, E TU MI HAI DETTO UAGLIO IO TI HO CHIAMATO PARECCHIE VOLTE MA TU DORMIVI,POI TI HO CHIESTO PIANGENDO CHE NON TI AVREI RIVISTO PIU' ED A CHI MI DOVEVO RIVOLGERE NEL CASO AVESSI AVUTO QUALCHE PROBLEMA.TU MI HAI RISPOSTO A PADRE GUGLIEMO
    IO TI RINGRAZIO CON TUTTO IL CUORE.

    RispondiElimina
  7. Diversi anni fa, mentre sentivo la voce di Padre Pio su di un nastro registrato,rimasi deluso dal tipo di voce e dall'incomprensione delle sue parole.
    Con il tempo ho cambiato idea e sento Padre Pio sempre più vicino a me lo prego sempre nei momenti più difficili della mia vita. Sono sicuro che padre Pio è sempre vicino alle persone che aprono il loro cuore a Dio e a Maria nostra madre.
    Recito sempre la coroncina che il Padre recitava ogni giorno per chiedere a Gesù le Grazie per le persone che si raccomandavano a lui.
    Grazie Padre PIO. Ti voglio bene.

    Francesco

    RispondiElimina
  8. padre pio proteggi me e la mia famiglia ................sei meraviglioso

    RispondiElimina
  9. grazie padre pio!!!!

    RispondiElimina
  10. proteggi me la mia famiglia mia moglie sopratutto
    i mie figli, ti voglio bene e grazie per avermi sentito.
    ti voglio bene
    beato Pio

    RispondiElimina
  11. Padre PIo ,aiuta la mia unica figlia che soffre tanto ,
    deve essere ritrapiantata di rene .Aiutala Tu ,come ben sai io ho dei limiti forse le mie preghiere non sono ascoltate ,prega tu per noi

    RispondiElimina
  12. Padre Pio aiutami a perdonare gli altri e me stessa.Insegnami a pregare bene e non temere per il futuro delle mie figlie.Grazie per tutto ciò che hai già fatto per me.

    RispondiElimina

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI