Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona he faceva miracoli come Padre Pio

martedì 19 gennaio 2010

Il cammino dell'anima

I tre stati dell’anima prima di giungere alla perfezione.

Il passaggio dell’anima dall’amore imperfetto allo stato filiale è spiegato con dovizia di particolari nel “Dialogo della divina provvidenza” di Santa Caterina da Siena che cercheremo di sintetizzare con alcune considerazioni, raccomandando al lettore per un approfondimento, lo studio dell’opera citata.

Dio dice a Caterina che taluni si ingannano del loro amore verso la Somma Bontà, perchè cercano in Lui consolazione e diletto. Si dice in questo caso che la creatura ami il suo creatore con amore imperfetto e lo spiega meglio la Santa di Siena:

” ...Sappi dunque che quando il mio servo mi ama imperfettamente, cerca più la consolazione, per la quale mi ama, che me. E ce ne avvediamo che si turba, se gli manca la consolazione spirituale, cioè, della mente, o quella temporale”. (Il dialogo della divina provvidenza, op.cit. pag. 141).

Si parla poi di un secondo stadio spirituale, quello dell’amore servile, che si trova un passo più avanti rispetto allo stato di amore imperfetto di cui abbiamo fatto cenno poco sopra.

Dio dice che la creatura ama il suo Creatore solo perchè ne ha timore e trema al pensiero della pena per la colpa commessa. In questo modo trova consolazione in Dio e lo ama di amore servile, che è l’ultimo stato prima di giungere alla perfezione dell’amore unitivo, che Dio chiama di amicizia o filiale. Ecco alcuni passi a riguardo:

“...Ti dissi e ti ripeto che vi giunge (alla perfezione) mediante la perseveranza, serrandosi nella casa del conoscimento di sè. Questo conoscimento vuole essere condito col conoscimento di Me, acciocchè non venga a confusione..(Il dialogo della divina provvidenza, op.cit. pagg. 148-149).

L’amore unitivo, di perfezione, si ottiene solo con un santo timor di Dio, che non significa temerlo per la pena, dovuta al peccato, ma per il dispiacere di offendere un così grande Bene. Per approfondimenti relativi a questo specifico argomento, consiglierei un bellissimo libro di Santa Teresa D’Avila, “Il Castello interiore”. Ella descrive l’anima come un diamante prezioso con numerose sfaccettature (mansioni). Al centro di questo vi è la stanza di Sua Maestà dove l’anima può giungere compiendo un cammino di perfezione (orazione mentale, di quiete, unitivo, stato di rapimento e di unione con lo Sposo celeste)

La Vergine Maria a Medjugorie disse: “Molti, vanno all’inferno, la stragrande maggioranza in Purgatorio, pochi direttamente in Paradiso”.

Vi siete chiesti perchè?

Nessun commento:

Posta un commento

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI