Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona he faceva miracoli come Padre Pio

giovedì 28 gennaio 2010

EMERGENZA TERREMOTO HAITI

Le iniziative delle Missioni Don Bosco per l'emergenza terremoto ad Haiti


Il potentissimo terremoto del 12 gennaio ha ridotto buona parte del Paese in un desolato cumulo di rovine. Le notizie sono frammentarie e riportano scenari apocalittici, mentre i soccorsi continuano ad essere lenti e difficoltosi.
Non c’è ancora un bilancio delle vittime e degli sfollati, l’unica certezza è che nella catastrofe hanno perso la vita di migliaia di persone, fra cui moltissimi bambini.
Anche la Famiglia Salesiana, che da anni vive e lotta insieme alla popolazione di quest’isola sfortunata, è stata duramente colpita: fra i morti accertati, oltre ad un anziano salesiano e due giovani novizi, 500 giovani e bambini che frequentavano il centro Enam della capitale e che sono rimasti sotto le macerie dell’edificio. La struttura, che ospitava scuole primarie, professionali ed un centro per ragazzi di strada, è stata completamente rasa al suolo dal sisma. L’ala del fabbricato sede dell’Opera delle piccole scuole di Padre Bonhem è sprofondata.
Numerose le Case Salesiane colpite: la Visitatoria di Drouillard è molto danneggiata, il dormitorio di Gressier è crollato, le Case di Fleuriot e Thorland sono gravemente lesionate, unitamente alla cappella di quest’ultima. La chiesa ed il centro parrocchiale di Cité Soleil sono collassati. La Casa di Pétion-Ville, malgrado abbia subito gravi danni, offre accoglienza temporanea, insieme a quella di Thorland, a circa 3.500 persone.
Molte delle Case delle Figlie di Maria Ausiliatrice sono crollate, senza causare vittime: le Suore salesiane sono già al lavoro per aiutare feriti e sfollati.
La Sede Ispettoriale Salesiana di Santo Domingo ha fatto giungere a Port-au-Prince cibo e generi di prima necessità via terra, fra mille difficoltà, e continua a lavorare instancabilmente per inviare altri aiuti.

Vogliamo aiutare il popolo haitiano e i nostri missionari a superare questo drammatico momento. I salesiani devono essere messi nelle condizioni di tornare a rappresentare, nel più breve tempo possibile, un vigoroso sostegno per la popolazione, che ha bisogno di tutto. Migliaia di bambini sono rimasti orfani e feriti, e necessitano di cure e di cibo: il nostro obiettivo è quello di assicurare loro assistenza sanitaria e sostentamento.

Raccogliere fondi affinchè i missionari possano utilizzarli in loco per aiutare i superstiti, che sono nella maggior parte dei casi feriti, traumazzati e privi di tutti i beni di prima di necessità. Il denaro raccolto verrà utilizzato in particolare per l’acquisto di cibo in scatola e acqua potabile, tende da campo, sacchi a pelo e farmaci.

Basta un minimo contributo per offrire il massimo sostegno a chi ha perso tutto!

Nessun commento:

Posta un commento

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI