Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona che faceva miracoli come Padre Pio

venerdì 3 luglio 2009

CHI PREGA SI SALVA , CHI NON PREGA SI DANNA

La massima del titolo è forte e diretta. Non è una nostra affermazione, ma di Sant'Alfonso Maria De Liguori, religioso napoletano di grande levatura spirituale.
Ma che cosa intendeva dire il santo partenopeo con un'affermazione così perentoria?
Potremmo affermare che il significato è proprio relativo alla vita o alla morte, non solo del corpo, ma soprattutto dell'anima. Lo stesso Paolo VI durante una sua udienza aveva pronunciato una frase del genere, affermando che tuttti coloro che non credono in Dio sono destinati alla seconda morte, ovvero alla dannazione eterna.
Frasi gravi e terribili se pensiamo che l'inferno è il luogo dell'eterno dolore e ove non esiste nessun anelito d'amore.
L'uomo è stato creato per l'Amore e non ne può fare a meno. Proviamo a pensare che cosa significa una vita senza amore! Non si tratta di una tempo che trascorre nell'indifferentismo, bensì nell'odio, perchè l'antitesi dell'amore non può che essere l'odio.
Ci viene in mente una frase pronunciata da Annette, l'anima dannta che dall'inferno ci fa conoscere il suo stato e quello dei suoi sventurati compagni. "Noi beviamo l'odio come fosse acqua" - diceva. Nell'inferno non sono che tenebre e dolore.
Ora ci domadiamo: "Come evitare di finirici?".
La risposta ce la fornisce Sant'Alfonso. La preghiera è il mezzo stabilito da Dio non solo per unirci a lui con un sottilissimo filo spirituale, ma anche quale mezzo che ci conduce alla salvezza.
Perchè pregare significa riconoscere la propria condizione di uomo fallibile che si riveste di umiltà per chiedere aiuto a quell'unico e vero Dio che ci ha creati e che non fa altro che perseguitarci con il Suo Amore.
Preghiera in formule se preferiamo, atti d'amore (ovvero pensieri santi verso Dio e i fratelli), opere di carità, offerta delle nostre sofferenze a Gesù Salvatore colui che è morto per riscattarci dal giogo del demonio al quale possiamo sottrarci solo credendo che Dio ci salva in Gesù....perchè in fin dei conti "il demonio è come un cane legato alla catena, se ti avvicini può morderti, ma se ci stai lontano non può nulla contro di te". Questa bella frse di Padre Pio ci ricorda anche un'affermazione di San Pietro il quale raccomandava: "Siate sobri e state in guardia, il diavolo vostro avversario si aggira come un leone ruggente, resistetegli fermi nella fede".

Nessun commento:

Posta un commento

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI