Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

"Chi salva un'anima, ha assicurata la propria alla felicità eterna" (Sant'Agostino).

Guarda il video e ascolta la voce di Suor Pura Pagani

Novità - Suor Pura Pagani - la suorina di Verona che faceva miracoli come Padre Pio

venerdì 8 maggio 2009

Karma e reincarnazione.

Approfondiamo ancora l’argomento con due esperti: ne parla Don Amorth nell’Eco di Maria, durante l’intervista che affronta anche il tema della “New Age”: La reincarnazione è credere che dopo la morte l’anima si reincarna in un altro corpo più nobile o meno nobile di quello che ha lasciato, in base a come uno è vissuto. Essa è condivisa da tutte le religioni e le credenze orientali e si sta molto divulgando anche in occidente per l’interesse che oggi le nostre popolazioni, così scarse di fede e ignoranti di catechismo, dimostrano per i culti orientali. Basti pensare che in Italia si calcola che almeno un quarto della popolazione creda nella reincarnazione.

Voi sapete già che la reincarnazione è contro tutto l’insegnamento biblico ed è incompatibile in maniera assoluta con il giudizio di Dio e la risurrezione. In realtà la reincarnazione è solo un invenzione umana, forse suggerita dal desiderio o dalla intuizione che l’anima è immortale. Ma noi sappiamo con certezza dalla Divina Rivelazione che le anime dopo la morte vanno o in Paradiso o all’inferno o in Purgatorio, secondo le loro opere. Dice Gesù: “Verrà l’ora in cui tutti coloro che sono nei sepolcri udranno la voce del Figlio dell’uomo: quanti fecero il bene per una resurrezione di vita e quanti fecero il male, per una resurrezione di condanna.(Gv 5,28).

Sappiamo che la risurrezione di Cristo ha meritato la risurrezione della carne, ossia dei nostri corpi, che avverrà alla fine del mondo. Perciò c’è assoluta incompatibilità tra la reincarnazione e la dottrina cristiana, O si crede nella risurrezione o si crede nella reincarnazione. Sbagliano quanti credono che si possa essere cristiani e credere nella reincarnazione.” (Eco di Maria Regina della Pace - luglio Agosto ‘95 - pag. 7).

“La reincarnazione - ci dice Anna Maria Cenci durante un’intervista - non è accettata dalla Chiesa. Fra l’altro c’è proprio una frase di San Paolo in cui si afferma: “è stabilito che si muoia una volta sola, dopodichè viene il giudizio”.

Questa io credo che sia una frase lapidaria, direi quasi inequivocabile.

La reincarnazione è, a mio parere, l’espressione della insopportabilità del peccato per cui una persona dirà: “io cercherò di evitare di peccare per non reincarnarmi”, perchè il rivivere un’altra volta sulla terra viene considerato come un peso. Il buddismo in fondo esalta questa situazione spirituale.

Ma ammettiamo solo per un attimo che possa esistere la reincarnazione. Quando una persona rientra in un altro corpo, come fa a mettere a frutto le sue precedenti esperienze se non si ricorda di essere già vissuta nel mondo?

Se la reincarnazione fosse stata tanto importante per la nostra condotta, Gesù ce ne avrebbe parlato,  perchè Gesù è la stessa verità. Invece fra tutte le esortazioni che Egli ha fatto, non ha mai menzionato una possibilità di reincarnazione”.

 Ci sono tuttavia dei personaggi carismatici, come ad esempio Giorgio Bongiovanni, lo stigmatizzato di Porto S. Elpidio, che proclamano invece la reincarnazione come una dogma di fede.

Cosa dobbiamo pensare di queste loro dichiarazioni? Come dobbiamo rapportarci?

La risposta arriva ancora una volta da Anna Maria Cenci: “E’ molto difficile dirlo, potrebbero essere stati ingannati su questo punto, ma noi dobbiamo attenerci strettamente al Vangelo.

San Paolo dice: “Se noi o anche un angelo vi annunziassimo un Evangelo diverso, sia reietto, sia maledetto”.

Gesù fa un accenno quando parla di Giovanni Battista e dice : “Se lo volete accettare, egli è quell’Elia che doveva venire”, e alcuni prendono questo passo a dimostrazione della realtà della reincarnazione. In realtà era già stato detto dall’arcangelo Gabriele a Zaccaria, il padre di Giovanni Battista, che egli sarebbe venuto nello spirito e nella potenza di Elia, e ci sono delle somiglianze fortissime fra il modo di agire di Elia che aveva affrontato un re, lo aveva apostrofato per la sua cattiva condotta e l’agire di Giovanni che anch’egli si oppone ad Erode. Egli ha quindi lo spirito di Elia, ma non è detto che Elia si fosse reincarnato.  Se poi teniamo conto della trasfigurazione di Nostro Signore, dobbiamo anche dire che a lato di Gesù c’erano Elia e Mosè e se il citato profeta si fosse reincarnato, non avrebbe potuto manifestarsi sotto l’identità dello stesso Elia. Io credo che questi passi biblici vadano esaminati con attenzione per non cadere in facili inganni”.

Qualche Padre della Chiesa, come ad esempio Origene sosteneva la realtà della reincarnazione, che secondo il parere di alcuni era dogma di fede fino al Concilio di Costantinopoli, fino al 460 d.C. circa. Questo è un altro elemento che induce facilmente nell’inganno.

Che cosa deve pensare il cristiano, intorno a queste dichiarazioni?

La dottoressa Cenci dice che: “Origene è stato condannato in molte cose, non lo possiamo mettere sullo stesso piano di altri Padri della Chiesa. Ha fatto un lavoro formidabile, come ad esempio la traduzione della sacra scrittura, in maniera veramente degna di ammirazione, però dal punto di vista dottrinale Origene non è da approvarsi su tutti i punti.

Poi c’è un’altra cosa da dire. Quando Gesù parla del castigo che colpirà le città nelle quali lui ha fatto tanti miracoli, cita Sodoma e Gomorra e dice: “Nel giorno del giudizio, Sodoma e Gomorra, saranno giudicate meno duramente”.

Dobbiamo perciò concludere che se gli abitanti di queste città, tra le quali cita anche Ninive, si fossero reincarnati, non avrebbero avuto senso le parole del Signore, perchè sembrerebbe che queste città siano lì ad aspettare il giudizio universale per la loro ultima collocazione. Queste sono cose molto significative per farci comprendere che la reincarnazione non è assolutamente da considerarsi come realtà di fede”. 

Nessun commento:

Posta un commento

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA

LA SACRA BIBBIA INTERATTIVA
La versione CEI